JNIM: operazioni rivendicate nel Mali e nel Burkina Faso

Jamaat Nusrat al Islam wal Muslimin – JNIM, la filiale di al Qaeda nel Sahel, ha rivendicato la propria responsabilità per un raid effettuato in una base militare dell’esercito del Burkina Faso in Tongomayel, nei pressi di Djibo.

Il gruppo ha anche mostrato parte del bottino di guerra ottenuto grazie all’ultimo raid.

JNIM ha infine rivendicato anche l’assassinio dell’ “agente francese” Ahbi Ag Ahmidah insieme a due suoi accompagnatori nella regione di Kidal, nel Mali.